Cloud management: 5 benefici dell’adozione di FinOps

Cloud management: 5 benefici dell’adozione di FinOps

Il cloud management propone un cambio di paradigma rispetto alla gestione dei data center on-premise. Mentre in un contesto locale, per esempio, l’overcommitment è spesso considerato una buona abitudine, perché garantisce all’hardware una vita più lunga anche se inizialmente offre più risorse di quelle necessarie, in un ambiente cloud (che sia ibrido o multicloud) rappresenta una voce aggiuntiva alla sezione “costi” che va affrontata in modo totalmente diverso. 

Le organizzazioni si stanno trovando nella complessa situazione di aver bisogno di adottare modelli di infrastrutture e piattaforme in cloud per poter scalare le proprie capacità e poter allinearsi alla competitività del mercato, ma anche di dover cambiare l’approccio alla gestione dei costi, che rispetto a uno scenario on-premise è diversa. 

La modalità FinOps è la risposta. L’acronimo FinOps ingloba i termini “financial” e “operations” per identificare un paradigma innovativo di gestione delle spese operative nel cloud. Un cambiamento culturale che mette insieme business, processi e team affinché l’utilizzo consapevole del cloud metta a disposizione di tutti i reparti le risorse, ma con una pianificazione accurata del budget e un monitoraggio proattivo dei costi. 

 

Cloud management: le sfide 

Il cloud management è diventato centrale nell’economia di tutte le organizzazioni. Ormai non si può più fare a meno del cloud; ma realizzare una piena migrazione significa anche convertire l’organizzazione dell’impresa verso un modello dove le risorse del cloud – che sono distribuite a tutti i reparti e a tutti i dipendenti in azienda – siano gestite in modo contestualizzato.  

In altre parole: l’azienda deve assicurarsi che la spesa relativa al cloud sia finalizzata alla creazione di valore di business e che porti i risultati auspicati. In caso contrario, la gestione del cloud può significare un aumento dei costi sproporzionato rispetto ai vantaggi ottenuti. 

La principale sfida, quindi, è ottimizzare i costi, monitorarli e riuscire a innestare nell’organizzazione un cambiamento culturale che garantisca a tutti i livelli l’accountability e la consapevolezza di cosa il cloud significhi, come dev’essere interpretato e che tipo di best practice vadano attuate affinché il cloud management non subisca fenomeni come l’overcommitment. 

 

Cloud management: i benefici del FinOps 

Il FinOps è un modello operativo di cloud management che mette insieme best practice, cultura aziendale e sistemi per raggiungere gli obiettivi di business ottimizzando le risorse del cloud. Va chiarito che l’obiettivo del FinOps non è di per sé ridurre i costi associati al cloud, bensì è quello di riuscire a comprenderli e a gestirli in modo ottimale attraverso la lente della creazione di valore. 

Il FinOps parte dall’assunto che il cloud è un cambio di paradigma e ha bisogno di un modello diverso. In un ambiente on-premise, il controllo delle risorse è delegato a poche persone. In un ambiente cloud, invece, l’utilizzo delle risorse è distribuito a tutti i livelli e attraverso l’intera azienda: serve un approccio radicalmente diverso affinché l’impresa non venga travolta da costi imprevisti, anomali ed eccessivi rispetto al valore creato. 

I benefici dell’adozione di un modello FinOps includono: 

  1. la capacità di prevedere con precisione le spese per il cloud grazie a sistemi e processi che aumentano la visibilità dei costi del cloud e permettono di misurare i risultati; 
  2. l’ottimizzazione dell’allocazione e dell’utilizzo delle risorse; 
  3. la riduzione del rischio di overcommitment e della presenza di istanze non utilizzate; 
  4. il miglioramento del ritorno dell’investimento; 
  5. l’aumento della collaborazione fra i vari team aziendali. 

Il metodo FinOps consente di allineare la strategia per il cloud alla strategia per il business, incentiva la collaborazione fra i reparti dell’organizzazione e promuove l’innovazione. Implementa un modello efficace di governance del cloud per ottimizzare la spesa associata. 

 

Il FinOps evolve il cloud management 

In molte aziende, il cloud ha portato intense ripercussioni su vari reparti e spesso i vari team si trovano ad avere una prospettiva parziale di come il cloud stia interagendo con il resto del business aziendale: le figure tecniche, per esempio, hanno scarsa visibilità sugli effettivi costi, mentre chi lavora nel reparto finanziario fatica a comprendere le tante opzioni e SKU (Stock Keeping Unit i numeri per tracciare l’inventario) previste per i sistemi di Public Cloud. 

Il FinOps è un cambiamento culturale che trasforma l’organizzazione permettendo di controllare il cloud anziché subirlo, attraverso un modello operativo che aumenti la consapevolezza a tutti i livelli, implementi i sistemi e i processi atti a responsabilizzare gli individui e generi le condizioni organizzative per misurare la creazione di valore attraverso le risorse in cloud. 

In definitiva, il cloud ha cambiato il modo di fare business, il FinOps aiuta le aziende a controllare il cloud. 

 

modern-application-development